Aprile

Quando Marzo se ne va, da tre anni a questa parte mi lascia sempre un po’di malumore. Quest’anno si porta via sinusiti, tonsilliti, raffreddori e molte visite mediche. Amicizie nuove e promettenti e minifughe romantiche. Ma quando se ne va, una puntina d’ansia la lascia sempre. Perchè poi arrivi tu, Aprile, nella tua giacca verde e quel cappello bohem,  e un po’ di male me lo fai sempre. Questa volta peró mi abbracci in segno di pace, penso io.  Voglio crederti. In fondo è bello dare una seconda possibilità. Perchè dandola agli altri, la si dà anche a noi stessi.